L'Associazione di Volontariato di Protezione Civile CEVISER - IW6ON - C.I.S.A.R. - Associazione Italiana Radioamatori Giulianova

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

L'Associazione di Volontariato di Protezione Civile CEVISER

Associazioni > CEVISER
NUCLEO CINOFILO DA SOCCORSO DELLA CEVISER. Il NUCLEO CINOFILO dell'Associazione CEVISER è un gruppo di volontari di protezione civile che si occupa dell'addestramento di cani per la ricerca di persone disperse in superficie o sotto le macerie. Si tratta di un'attività che richiede costanza, impegno, studio e, soprattutto, tempo.  Ma si tratta anche della migliore e più utile attività che si possa svolgere col proprio cane. E' giusto che si sappia che non serve un cane costosissimo o dal pedigree chilometrico: le persone ritrovate e salvate, infatti, non chiederanno mai di poter vedere quel pezzo di carta! In quei frangenti la felicità è il vedere un naso umido e sentire un abbaio di segnalazione. I SOCCORSI STANNO ARRIVANDO!!!Chiunque può scegliere di far entrare il proprio cane nelle Unità Cinofile da Soccorso. Ma prima è necessario appurare che ne abbia le doti necessarie . Un test attitudinale permette di scoprire se l'amico cane ha la stoffa per diventare un ottimo cane da soccorso. Per il conduttore si richiede una disponibilità fuori del comune e un affiatamento profondo con il proprio cane per poter lavorare sempre uniti e solidali. Al cane non é richiesto il pedigree ma un carattere di base equilibrato. Altre doti indispensabili sono docilità , tempra, temperamento vivace e amore per il gioco. L'addestramento per entrare a far parte delle unità cinofile della protezione civile non deve essere considerato un passatempo, si richiede una disponibilità interiore per dare sempre e dovunque il meglio di sé. Si inizia quando il cane é ancora cucciolo, con un programma di base che rafforza l' affiatamento fra cane e uomo, l'addestramento di base serve al conduttore per poter gestire il proprio cane al meglio. Successivamente la palestra servirà per abituare il proprio cane a situazioni di disagio. La fase più importante e delicata é la ricerca. La salvezza di una persona é legata a questo, sempre e ovunque. Per il cane da ricerca su superficie o macerie é ovviamente richiesto l'abbaio. Il tutto per il cane é un gioco , un gioco che in realtà serve per salvare una vita. Il Conduttore è l'altra faccia dell'Unità Cinofila. Un cane perfetto in ricerca non basta , ci vuole anche un Conduttore in grado di affrontare la situazione .Quella del Volontario nel Soccorso Civile non é , infatti , una missioni per tutti. Le doti richieste sono: Altruismo. E' la spinta profonda che serve per dedicare il proprio tempo a questa missione e che fa sopportare la fatica e i disagi in tutti i contesti anche quelli più estremi. Equilibrio e nervi saldi. Un conduttore non deve essere ne troppo nervoso ne troppo calmo , ma sempre lucido e in grado di affrontare con sicurezza l'emergenza . Coraggio determinazione e buon senso. Un conduttore insicuro non riuscirà mai a trasmettere al proprio cane gli ordini giusti. Una buona dose di coraggio mista a buon senso rappresenta il cocktail vincente per non rischiare la propria vita e quella del proprio cane. Intuito e capacità di reagire con persone ferite o psichicamente sotto pressione sono fondamentali una volta che si ritrova il disperso. Spirito di gruppo. Le unità cinofile di soccorso si muovono sempre in gruppo , e il gruppo fa capo a un coordinatore centrale .E' importante rispettare le regole e le modalità dettate dal capogruppo. Salute buona e fisico sportivo aiutano il conduttore ad essere sempre scattante e a proteggere il cane.
 
Volontari di Protezione Civile - Radiocomunicazioni - Cinofilia – Logistica - La protezione civile è il sistema che comprende tutte le strutture e le attività messe in campo per tutelare l’integrità della vita, i beni, gli insediamenti e l’ambiente dai danni derivanti da calamità naturali, catastrofi e da altri eventi calamitosi.  Un ruolo determinante assumono le organizzazioni di volontariato presenti in maniera capillare in tutto il territorio nazionale. La protezione civile è quindi un sistema complesso che ha bisogno della partecipazione attiva della popolazione. Per una moderna cultura di protezione civile in Italia, è necessario che in caso di calamità o emergenza il primo soccorritore sia il cittadino della porta accanto. L'Associazione CEVISER é nata nel 2003. Il CEVISER è un'Associazione regolarmente iscritta all'Albo Regionale del Volontariato e al Dipartimento della Protezione Civile. Aderisce al Coordinamento Provinciale per il Volontariato di Grosseto. Ci occupiamo prevalentemente di attività connesse alla Protezione Civile. I Soci svolgono un ruolo nelle Radiocomunicazioni alternative in emergenza nel campo della Protezione Civile. Alcuni di loro sono muniti delle speciali autorizzazioni. Il Nucleo Cinofilo si occupa dell' addestramento di cani per la ricerca di persone disperse in superficie o sotto le macerie.

Cos'è il CEVISER (Volontari di Protezione Civile - Radiocomunicazioni - Cinofilia – Logistica)

L'Associazione di Volontariato di Protezione Civile CEVISER é nata nel 2003 a seguito dell' esperienza maturata "sul campo" dai suoi fondatori e soci. Tali esperienze hanno fatto si che nascesse l'idea di un gruppo che fosse operativo al sopraggiungere nel territorio colpito dall'evento calamitoso.
Al proprio interno é previsto che si costituiscano e si coordino gruppi di volontari esperti nelle più disparate attività di Protezione Civile.
L'elemento legante sono le radiocomunicazioni in situazioni di emergenza. E'anche per questo che il CEVISER prepara ed organizzare corsi affinché ogni volontario sia in grado di comunicare con il più importante strumento di comunicazione, la radio. Rivelatasi di vitale importanza laddove, proprio a causa degli eventi calamitosi, soprattutto nelle prime ed importantissime ore che seguono l'evento, ogni altro mezzo di comunicazione o rete di comunicazione é inservibile.
Il CEVISER é un'Associazione che non ha limiti definiti, così come non sono mai definibili quelle che saranno le esigenze negli interventi in materia di Protezione Civile.

Il Servizio Emergenza Radio della CEVISER. I soci del CEVISER svolgono un ruolo nelle radiocomunicazioni alternative di emergenza nel campo della Protezione Civile. Alcuni di loro sono muniti delle speciali autorizzazioni (patente e licenza di esercizio di radioamatore) per operare nel campo delle radiocomunicazioni sia per autoapprendimento, per servizio e per diletto; altri sono semplici appassionati, ma con un obbiettivo comune: la consapevolezza che se si vuole aiutare il prossimo (per portare le informazioni a destinazione) durante le emergenze, al giorno d'oggi è necessario operare in un organismo integrato e coordinato in quella grande struttura che è il volontariato nella Protezione Civile. La complessità e l'acquisita maggiore efficienza dell'organizzazione della Protezione Civile, chiede a tutti i volontari conoscenze specifiche per ogni settore di intervento, non lasciando il benchè minimo spazio alle improvvisazioni. Le Comunicazioni Alternative in situazioni di emergenza sono una importante risorsa per la nostra Associazione, per questo ci prefiggiamo lo scopo di preparare ed organizzare corsi affinché ogni volontario sia in grado di comunicare con il più importante strumento di comunicazione e, nella maggior parte dei casi, l'unico: la radio. Rivelatasi di vitale importanza laddove, proprio a causa degli eventi calamitosi, soprattutto nelle prime ed importantissime ore che seguono l'evento, ogni altro mezzo di comunicazione o rete di comunicazione é inservibile.

Siamo un'Associazione nuova e quindi in crescita. Non abbiamo una pesante struttura organizzativa che ci zavorra e siamo aperti al contributo ed alla collaborazione di tutti coloro che condividono le nostre finalità e la nostra voglia di fare.
Siamo nati per essere operativi, anche in condizioni difficili, e per riuscire a fare questo dedichiamo, seriamente, tutto il nostro tempo libero tempo anche alla formazione.
Ci piacciono, cioè, i soci attivi e presenti alle attività. E non solo "sulla carta".
E' ciò che più caratterizza l'Associazione: il fatto di essere "Centro Volontariato" ci differenzia da molti altri gruppi e associazioni che si aggregano sulla base di interessi specifici e particolari (sub., radioamatori etc). Noi abbiamo un'ottica diversa, non così marcatamente settoriale, e siamo espressione di interessi più vari e flessibili, non legati ad una particolare "passione", se non quella del volontariato.
Noi cerchiamo di essere infatti attenti a tutti gli aspetti rilevanti ai fini della protezione civile che sono presenti sull'intero territorio, avendo consapevolmente scelto di non dedicarci in modo esclusivo ad uno solo di essi (vuoi socio-sanitario, vuoi tecnico specialistico), ma di sviluppare i nostri interventi e la nostra presenza con un approccio aperto e massimamente flessibile.
Siamo cioè, proprio per la nostra natura di "Centro Volontariato", in posizione privilegiata per dialogare con tutte le realtà presenti sul territorio, sia pubbliche che private, istituzionali e di volontariato, ponendoci in situazione di raccordo fra esse, tutte, senza chiusure o pregiudizi. E quest'ottica aperta ci rende senz'altro più liberi dalle passioni e dagli interessi (talvolta purtroppo fatti valere in modo grossolano) delle varie "bandiere" associative presenti nella nostra realtà provinciale.
Questa ottica "non particolare" non significa però che non abbiamo, come Associazione, una specifica caratterizzazione o precisa preparazione, anzi.
In primo luogo i singoli componenti possiedono competenze specialistiche proprie, talora assai elevate e particolarmente significative, su molti aspetti rilevanti della protezione civile. Tutti sono tenuti ad aggiornarsi ed a sviluppare le proprie competenze specialistiche per poter così elevare la qualità del gruppo.
Parallelamente, ed in aggiunta a ciò, ogni settore svolge un percorso di formazione collettiva su aspetti di volta in volta ritenuti utili alle esigenze operative più diffuse e "spendibili" (come ad es. corsi di primo soccorso, operatori di radiocomunicazioni, ecc., ecc.).
In secondo luogo, dalla natura filantropica dell'Associazione e dall'ottica aperta qui descritta, deriva una specificità ed una sorta di vocazione ad operare, questa volta sì in maniera specialistica, sugli aspetti più trasversali della protezione civile e degli interventi di emergenza, con particolare attenzione per quelli che di norma non sono svolti dalle altre associazioni "settoriali" a vocazione specifica.
Gli interventi su cui l'associazione ha maturato finora qualche esperienza significativa, e che potranno essere seguiti in futuro da altri analoghi o affini, eventualmente prevedendo appositi momenti formativi e di approfondimento, sono quelli della radiocomunicazioni, della logistica, nonché di attività varie complementari, di raccordo e di supporto all'attività di altri gruppi. I settori in fase di sviluppo, fondamentali per la realizzazione dell'identità dell'associazione, sono quelli della movimentazione mezzi, dell'allestimento strutture di ricovero per persone e merci, della vigilanza, del soccorso in montagna, del soccorso sanitario e chi ne più ne ha più ne metta.
Tali competenze, che potranno essere consolidate ed affinate tramite i futuri interventi, potrebbero venire affiancate da altre nuove, complementari e connesse, quali quelle relative agli approvvigionamenti, alla responsabilità di custodia e gestione di strutture logistiche anche complesse, di sostegno alla popolazione, ed altre.


Fonte:
www.ceviser.it

 
Torna ai contenuti | Torna al menu