Italian Amateur Radio Astronomy - IW6ON - C.I.S.A.R. - Associazione Italiana Radioamatori Giulianova

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Italian Amateur Radio Astronomy

Associazioni > I.A.R.A.
Screen shot del screensaver per SETI @ home , un calcolo distribuito progetto in cui i volontari donano il potere di inattività del computer per analizzare i segnali radio per segni di intelligenza extraterrestre. La ricerca di intelligenza extraterrestre ( SETI ) è il nome collettivo per una serie di attività che la gente si impegnano a cercare intelligente vita extraterrestre . Progetti SETI utilizzare metodi scientifici di questa ricerca. Ad esempio, la radiazione elettromagnetica è monitorati per segni di trasmissioni di civiltà su altri mondi. Tra i progetti più noti sono gestiti da Harvard University , la University of California, Berkeley e il SETI Institute . Dal momento che il governo degli Stati Uniti ha ritirato il finanziamento di progetti SETI nel 1995, i progetti sono stati principalmente finanziati da fonti private. Ci sono grandi sfide nella ricerca le cosmo di segni di vita intelligente, compresa la loro identificazione e interpretazione. SETI proietta necessariamente fare ipotesi per restringere la ricerca, l'importante è che le radiazioni elettromagnetiche sarebbe un mezzo di comunicazione avanzato per la vita extraterrestre. Finestra microonde come visto da un sistema basato a terra. Dal rapporto della NASA SP-419: SETI - Search for Extraterrestrial Intelligence. Frequenze radio Molti penetrano la nostra atmosfera abbastanza bene, e questo ha portato a radiotelescopi che indagano il cosmo utilizzando antenne radio di grandi dimensioni. Inoltre, le attività umane emettono radiazioni elettromagnetiche notevole come un sottoprodotto di comunicazione come la televisione e la radio. Questi segnali sarebbe facile riconoscere come artificiale a causa della loro natura ripetitiva e strette larghezze di banda . Se questo è tipico, un modo di scoprire una civiltà extraterrestre potrebbe essere quella di individuare non naturali emissioni radio da una posizione di fuori del nostro Sistema Solare.
 
La possibilità di utilizzare sonde interstellari messaggero per la ricerca di intelligenza extraterrestre è stato suggerito da Ronald N. Bracewell nel 1960 (vedi Bracewell sonda ) e la fattibilità tecnica di questo approccio è stata dimostrata dalla British Interplanetary Society di nave stellare studio Progetto Daedalus nel 1978. A partire dal 1979, Robert Freitas avanzato argomenti per l'idea che lo spazio fisico-sonde sono un modo superiore di comunicazione interstellare ai segnali radio. Vedi Voyager Golden Record. In riconoscimento del fatto che qualsiasi sonda sufficientemente avanzata interstellare nelle vicinanze della Terra potrebbe facilmente monitorare il nostro terrestre Internet , Bando di ETI è stata fondata dal Prof. dura Allen nel 1996, come un Web-based esperimento SETI invitando tali sonde di viaggiare nello spazio, di stabilire un contatto con l'umanità. Il progetto comprende 100 firmatari eminenti scienziati fisici, biologici e sociali, ma anche artisti, educatori, animatori, filosofi e futuristi. Prof. H. Paul Shuch , emerito direttore esecutivo della Lega SETI , serve come Principal Investigator del progetto. In un articolo del 2004, C. Rose e G. Wright ha mostrato che inscrivendo un messaggio in questione e trasporto verso una destinazione interstellare energia può essere enormemente più efficiente rispetto comunicazione mediante onde elettromagnetiche se ritardi maggiori di tempo di transito della luce può essere tollerato. Detto questo, per i messaggi semplici come "ciao," radio SETI potrebbe essere molto più efficiente. Se il fabbisogno di energia è utilizzato come proxy per difficoltà tecnica, quindi una ricerca solarcentric di manufatti extraterrestri (SETA) può essere un utile complemento alla radio tradizionale o ricerche ottiche.

Cos'è la IARA (Italian Amateur Radio Astronomy)

I.A.R.A. - (Italian Amateur Radio Astronomy ). Il 25 Settembre 2001 si costituisce fra gli appassionati di radio astronomia il gruppo rappresentativo Nazionale denominato Italian Amateur Radio Astronomy Group (d'ora in poi IARA o IARA Group). A partire dal 30 Ottobre 2004 lo IARA Group per mezzo di questo documento si regolamenta tramite lo Statuto IARA sotto elencato. Lo IARA Group ha recapito presso l’OAIN, Osservatorio "I.Newton", c/o Salvatore Pluchino, Via Modena n. 62 – 97018 Scicli (Ragusa). Per esigenze funzionali il Consiglio Direttivo IARA potrà trasferire la sede in luogo diverso nell’ambito del territorio italiano. Lo IARA Group ha durata illimitata. IARA è apartitica e aconfessionale, non ha fini di lucro ed ha finalità esclusivamente culturali. Scopi dello IARA Group sono la ricerca e la divulgazione della radio astronomia, mediante strutture interne a IARA quali il CD e le Sezioni di Ricerca o esterne mediante collaborazioni con altri Gruppi di ricerca e divulgazione astronomica nazionali ed internazionali. I Membri di IARA possono essere cittadini italiani o stranieri, associazioni o gruppi, enti pubblici o privati purchè condividano e conseguano gli scopi indicati nel presente Statuto. L’iscrizione dei membri presso lo IARA Group è gratuita e non richiede rinnovo annuale. Qualora in futuro venisse deciso dal CD e dall’Assemblea dello Staff di introdurre una quota sociale, le iscrizioni dei membri di IARA verranno rinnovate solo su richiesta esplicita di ognuno di essi dietro il pagamento della quota associativa al Tesoriere IARA nominato. La appartenenza allo IARA Group è confermata dalla ratifica dell’iscrizione da parte del CD. L'iscrizione è a tempo indeterminato e non può essere disposta per un periodo temporaneo. Possono essere nominati Membri Onorari coloro che abbiano conseguito rilevanti meriti nel campo radio astronomico ed abbiano contribuito al conseguimento degli scopi di IARA. I membri IARA hanno il dovere di osservare fedelmente le norme statutarie ed eventuali regolamenti e di collaborare al raggiungimento delle finalità dello IARA Group. Hanno il diritto di informazione secondo quanto stabilito dal presente Statuto. Hanno il diritto di prendere parte ai progetti di ricerca e divulgazione intrapresi dallo IARA Group e di partecipare a tutte le riunioni e manifestazioni pubbliche indette da IARA.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu