Glossario del Radioamatore "E" - IW6ON - C.I.S.A.R. - Associazione Italiana Radioamatori Giulianova

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Glossario del Radioamatore "E"

Glossario > del Radioamatore

GLOSSARIO DEL RADIOAMATORE
A  B  C  D  E  F G  H  I  J  K  L  M  N  O  P  Q  R  S  T  U  V  W  X  Y  Z  -  0-9

L’utilità del servizio del radioamatore. L’attività di radioamatore, che ha preso l’avvio agli inizi del XX secolo, è una delle più antiche nel campo delle telecomunicazioni. La definizione formale, ed ufficiale, del servizio di radioamatore, è contenuta nel regolamento Internazionale delle Telecomunicazioni, stilato e pubblicato a cura della International Telecommunication Union (I.T.U.). I regolamenti nazionali hanno lo scopo di: a) riconoscere e rafforzare, presso l’opinione pubblica, il valore come servizio volontario e non commerciale di telecomunicazione, con particolare rispetto alle comunicazioni nei casi di emergenza e di calamità; b) affermare ed ampliare la comprovata abilità del radioamatore nel contribuire al progresso della radiotecnica; c) incoraggiare e migliorare il servizio di radioamatore mediante regolamenti che provvedano a stimolarne l’abilità sia operativa che tecnica; d) espandere il già grande serbatoio di abili operatori ed esperti tecnici radioelettronici esistente nelle file di radioamatori; e) infine, continuare ed estendere la possibilità, più unica che rara, che il radioamatore ha di affermare e rafforzare l’amicizia e la collaborazione internazionale. In conclusione, il radiantismo costituisce l’unico mezzo attraverso il quale singoli individui, distanti fra loro anche migliaia di chilometri, possono venire a contatto ed a conoscenza senza coinvolgere alcun intermediario. Questa é l’impostazione generale dell’attività radiantistica che discende dalla I.T.U. per bocca della I.A.R.U. (International Amateur Radio Union), l’ente costituito dall’unione di tutte le Associazioni di radioamatori del mondo, e che le rappresenta ad alto livello internazionale. Questa é quindi l’immagine che ogni radioamatore deve fornire di se stesso, allo scopo di mantenere la sua qualifica di rappresentante di un importante servizio di telecomunicazioni.
  • E SPORADICO Zone ionizzate di propagazione ionosferica che vanno e vengono irregolarmente; sono localizzate ad un'altitudine dai 100 ai 120 km.

  • EARTH STATION Vedi Stazione di terra.

  • EBCDIC Vedi Extended Binary Coded Decimal Interchange Code.

  • EBS Emergency Broadcast System. Sistema di radiodiffusione d'emergenza statunitense.

  • ECO Segnale che è stato riflesso o ritorna in altro modo con sufficiente intensità e ritardo per poter essere percepito all'estremità di un circuito.

  • ECSSB Exalted-carrier single sideband.

  • EDISON Vedi Effetto Edison.

  • EEPROM Electrically Erasable and Programmable Read Only Memory. Memoria di sola lettura programmabile e cancellabile elettricamente. Vedi EPROM.

  • EFFETTO EDISON Flusso d'elettroni che si crea, in un recipiente sotto vuoto, da un catodo incandescente verso un anodo, e che fu scoperto da Thomas A. Edison. Questa scoperta condusse allo sviluppo delle valvole.

  • EFFETTO MEMORIA Le batterie ricaricabili, come quelle Ni-Cd e Ni-MH, possono temporaneamente perdere capacità a causa di ripetuti cicli di carica/scarica non completi. Il fenomeno è chiamato così perché sembra che le batterie "memorizzino" una capacità massima inferiore a quella nominale.

  • EHF Extremely High Frequency. Gamma di frequenze da 30 a 300 GHz.

  • EIA Electronics Industries Association.

  • EIA RS-232 Vedi RS-232.

  • EIRP Effective Isotropic Radiated Power. Potenza isotropica effettivamente irradiata. ERP di un'antenna isotropica.

  • E-LAYER Vedi Strato E.

  • ELEMENTO PARASSITA Parte di un'antenna direttiva che riceve energia dal mutuo accoppiamento con l'elemento pilotato. Gli elementi parassiti non sono collegati direttamente alla linea d'alimentazione.

  • ELEMENTO PILOTATO Elemento d'antenna che è collegato direttamente alla linea d'alimentazione.

  • ELEPHANT Elefante. Gergo statunitense per indicare un ripetitore che può ricevere segnali da una distanza maggiore di quella a cui può trasmetterli (grandi orecchie, piccola bocca!).

  • ELF Extremely Low Frequency. Gamma di frequenze da 30 a 300 Hz.

  • EME Earth-Moon-Earth. Terra-Luna-Terra. Radiocomunicazione fra due punti sulla Terra che sfrutta la Luna come riflettore passivo.

  • EMF Electromotive Force. Forza elettromotrice.

  • EMI Electro-Magnetic Interference. Interferenza elettromagnetica, spesso chiamata RFI (Radio-Frequency Interference, vedi).

  • EMISSIONE Trasmissione di un segnale.

  • EMP Electromagnetic Pulse. Impulso elettromagnetico. Campo elettromagnetico di energia estremamente alta, causato da un fulmine o da un'esplosione nucleare.

  • EMULARE / EMULAZIONE Processo nel quale un sistema od apparato simula un altro sistema od apparato, accettando gli stessi dati d'ingresso ed eseguendo gli stessi programmi del sistema od apparato simulato. Nella maggior parte dei casi l'emulazione è una forma di degrado delle capacità dell'apparato usato, come quando un computer è usato per emulare una telescrivente meccanica o un terminale "stupido".

  • EOC Emergency Operations Center. Centro delle operazioni d'emergenza. Termine usato per indicare siti pubblici dove sono situati equipaggiamenti radio e servizi d'emergenza. L'EOC si occupa del dispiegamento rapido e del coordinamento delle comunicazioni d'emergenza.

  • EPROM Erasable Programmable Read Only Memory. Memoria di sola lettura programmabile e cancellabile. Circuito integrato usato nei computer per immagazzinare in modo permanente un programma. Nei TNC tutto il programma è localizzato in un'EPROM. Le EPROM hanno una piccola lente alla loro sommità che mette in mostra l'elettronica interna; le si cancella esponendole ad una luce ultravioletta dai 2 ai 40 minuti.

  • EQUALIZZAZIONE Processo di compensazione della fluttuazione di valori fisici, o loro normalizzazione.

  • ERLANG Unità di misura dell'intensità del traffico di telecomunicazioni, così chiamata dal lavoro dello studioso danese di statistica D. K. Erlang. Un Erlang è l'intensità alla quale un percorso di traffico sarebbe perennemente occupato.

  • ERP Effective Radiated Power. Potenza effettivamente irradiata. È la potenza reale disponibile nella direzione di massima irradiazione; tiene conto della potenza del trasmettitore, delle perdite dei sistemi di accoppiamento-trasferimento all'antenna e del guadagno d'antenna.

  • ERROR RATE Vedi Percentuale d'errore.

  • ERRORE Nelle comunicazioni radio packet qualsiasi cambio nei contenuti di una trasmissione.

  • ESADECIMALE Sistema numerico a base 16 che usa le cifre da 0 a 9 e i caratteri da A a F. È un vantaggioso sistema di notazione per indicare ciascuna delle 16 possibili combinazioni della metà di un byte; perciò due cifre esadecimali possono descrivere completamente un byte e le sue 256 diverse combinazioni. In inglese si abbrevia hex.

  • E-SKIP Vedi Salto E.

  • ESTREMI DI SCANSIONE Le due frequenze che delimitano la gamma di frequenze su cui è effettuata una scansione.

  • ETHERNET Il più diffuso standard di connessione fisica nelle reti locali (LAN).

  • EU Europe. Europa.

  • EVANESCENZA Improvvisa riduzione del segnale dovuta a cause atmosferiche.

  • EXTENDED BINARY CODED DECIMAL INTERCHANGE CODE (EBCDIC) Codice ad 8 bit per comunicazioni dati sincrone, sviluppato da IBM.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu