Il sistema di trasmissione digitale "MFSK 8/16" - IW6ON - C.I.S.A.R. - Associazione Italiana Radioamatori Giulianova

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Il sistema di trasmissione digitale "MFSK 8/16"

Modi digitali

L’attività dei radioamatori è rappresentata di sicuro dai modi digitali. I sistemi digitali sono tra i più disparati e tra questi più in uso dai radioamatori sono: AMTOR, APRS, ATV, Bell 103, Bell 202, CLOVER2000, CW, DominioEx, DV, Fax, FSK441, Hell, JT44, JT65, JT6M, MFSK 8/16, MT63, Olivia, Onda continua, Onda modulata continua, On-off keying, Packet radio, PACTOR, PSK31/63, Q15X25, RTTY, SSTV, Throb, WSPR. Questi modi digitali, con l’ausilio di un personal computer, i radioamatori sono in grado di fare sperimentazione di trasmissioni in digitale.

La qualità dei suoni digitali dipendono da tre fattori fondamentali di una registrazione audio: 1. Frequenza, 2. Bit per campioni, 3. Fonia. Tali proprietà di suoni sono settabili da una finestra apposita, così variando la frequenza, la qualità del suono varia nel numero di campionamenti dei suoni digitale stessi in un secondo; variando i bit varia il range della rappresentazione dei valori delle ampiezze, mentre variando la fonia si varia il numero dei canali audio. Naturalmente più la qualità di una registrazione del suono digitale è elevata, maggiore sarà lo spazio di memorizzazione richiesto.

IL SISTEMA DIGITALE MFSK 8/16

Il sistema MFSK non è molto diffuso nel mondo radiaoamatoriale. Infatti viene considerato da alcuni lo considerano adeguato come una tecnologi superata dai tempi. Questo non è vero in quanto, come è stato chiaramente dimostrato dalla recente fortunata rinascita e accettazione di Hellschreiber, le vecchie idee combinate con moderne tecniche quale il DSP possono essere molto efficaci.

L' MFSK, come altri modi di derivazione militare, ha nell' affidabilità al tempo delle apparecchiature e nei buoni risultati nel fading (evanescenza) e condizioni ionosferiche cattive (senza dover ricorrere alla correzione dell’errore) i suoi punti forza. L' avvento del p.c., con l' utilizzo della sound blaster, ha dato modo all’ MFSK di modernizzarsi diventando appetibile sia sotto il punto tecnico che economico.

MFSK (Multi Frequency Shift Keying) è una tecnica per trasmissione di dati digitali che usa toni multipli (estendendo la tecnica bitonale di RTTY a molti toni), ed sfrutta usualmente, ma non sempre, un tono alla volta. La spaziatura del tono relativamente stretta, di modo da raggiungere notevoli quantità di dati per una data larghezza di banda 64 bps in una larghezza di banda di 316 Hz.

MFSK offre molti vantaggi. Vediamo quali:

· Elevato livello di reiezione di impulso e rumore di ampiezza di banda dovuto alla scarsa larghezza di banda del ricevitore di ogni tono.
· Bassa velocità in baud per maggiore sensibilità e reiezione multi-path – velocità di trasmissione più alta della velocità simbolo in baud.
· Potenza del trasmettitore costante
· Tolleranza degli effetti ionosferici, quali l’effetto doppler, il fading (evanescenza) e multi-path.

Ci sono svantaggi con l’ MFSK ??? Il principale svantaggio è in relazione alla stretta spaziatura e con la stretta larghezza di banda dei detector a tono singolo dove la deriva può essere un problema e quindi è essenziale una accurata sintonia. Alle velocità più basse sono necessari dei buoni indicatori di sintonia e l’AFC. E’ importante che il transceiver sia molto stabile e che ci sia assai poca differenza tra le frequenze di trasmissione e quella di ricezione (preferibilmente meno di 5 Hz).

MFSK è un sistema nel quale impulsi individuali di differenti frequenze radio portano l’informazione e i dati portati dipendono dalla frequenza dell’impulso. Ciò è lo stesso che in FSK , per esempio radio telescrivente (RTTY), ma anziché solo due frequenze, ne vengono utilizzate molte di più, da 6 a 64. Come esempio, MFSK16 utilizza 16 toni. Ciascun tono trasmesso è come un punto del codice Morse, ma gli uni seguono gli altri senza pausa, in frequenze leggermente diverse.


Fonte: http://digilander.libero.it/arirapallo


Frequenze dedicate ai servizi di trasmissioni dei modi digitali dei radioamatori in MFSK.
Riportiamo qui l'estratto per le principali  frequenze  assegnate sole bande di interesse  radioamatoriale  del Nuovo Piano Nazionale di  ripartizione delle frequenze in MFSK.
E’ possibile ricevere e trasmettere nelle seguenti frequenze in MFSK:
3580, 7037, 7038, 10147, 14080, 18105, 21080, 24929, 28080, 432600 e 432700.

 
Ci sono suoni importanti nella vita d’ognuno di noi, suoni che non sappiamo imitare. Mistiche vibrazioni perse nell’aria, che vagano alla ricerca di un luogo su cui posarsi per lasciarsi ascoltare. Lontano, nella nostra coscienza, esiste una fragile chiave capace di aprire i cancelli dei nostri più segreti silenzi. Dove si nasconde la nostra percezione? Perché si allontana, da noi? Ci sono suoni buoni, altri invece che non sorridono. Quelli che impariamo a riconoscere a volte ci sfuggono per non lasciarsi ascoltare fino in fondo, per restare capaci di nutrirci, così come ci nutre un paesaggio, la neve che cade, l’acqua che scorre. Suoni che restano dentro di noi come profumi che non dimenticheremo mai e non vogliamo dimenticare, come la voce di una madre, di un padre, di un figlio.


Ascolta il segnale digitale del sistema "MFSK 8/16"
(Clicca sull'altoparlante)

 
Torna ai contenuti | Torna al menu