Glossario del Radioamatore "O" - IW6ON - C.I.S.A.R. - Associazione Italiana Radioamatori Giulianova

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Glossario del Radioamatore "O"

Glossario > del Radioamatore

GLOSSARIO DEL RADIOAMATORE
A  B  C  D  E  F  G  H  I  J  K  L  M  N  O  P  Q  R  S  T  U  V  W  X  Y  Z  -  0-9

Le onde radio sono radiazioni elettromagnetiche, impiegate nelle comunicazioni in messaggi e in fonia, con frequenze milioni di volte piu’ basse e con lunghezze d'onda, come le EHF (Extremely high frequency) che vanno da qualche millimetro fino a centinaia di chilometri delle ELF - Extremely low frequency. Le onde radio costituiscono una parte dell'intero spettro elettromagnetico. Il gruppo delle frequenze delle onde radio si estende da una lunghezza d’onda extra lunghe anche di migliaia di km., di pochi Hz, fino alle microonde, onde estremamente alte, anche dette onde millimetriche sull’ordine dei GHz (GigaHertz, cioè milioni di hertz). Le onde radio, sono utilizzate anche in medicina, in combinazione con forti campi magnetici per la risonanza magnetica: con questa tecnica si possono 'fotografare' a scopo diagnostico parti del corpo umano senza effetti negativi.
  • OC Oceania.

  • OFFSET Vedi Shift.

  • OHM Unità di misura della resistenza. Un Ohm è pari alla resistenza fra due punti di un conduttore quando la loro differenza di potenziale è di 1 Volt e la corrente che scorre è 1 Ampere.

  • OLD MAN (OM) Termine amichevole, significa amico, compagno, o collega.

  • OM Vedi Old man. Indica genericamente un radioamatore.

  • ONDA DI CIELO Vedi Propagazione per mezzo dell'onda di cielo.

  • ONDA DI TERRA Onda elettromagnetica che si propaga direttamente dal trasmettitore.

  • ONDA POLARIZZATA ORIZZONTALMENTE Onda elettromagnetica in cui il campo elettrico è parallelo al terreno.

  • ONDA POLARIZZATA VERTICALMENTE Onda elettromagnetica in cui il campo elettrico è perpendicolare al terreno.

  • OO Official Observer. Volontario che controlla le bande amatoriali per rilevare eventuali infrazioni ai regolamenti.

  • ORBITA GEOSTAZIONARIA Posizione orbitale a circa 36.000 km di altezza sopra l'equatore dove, viaggiando ad una velocità di circa 1.000 miglia all'ora nella stessa direzione della rotazione terrestre, i satelliti appaiono fissi sopra la superficie terrestre. Si possono perciò stabilire collegamenti a microonde con antenne fisse, utilizzando il satellite come ripetitore fra punti distanti fra loro fino ad un terzo della circonferenza terrestre, cioè circa 13.500 km.

  • OSC OSCillator. Oscillatore.

  • OSCAR Orbiting Satellite Carrying Amateur Radio, che in italiano si può tradurre in "Satellite orbitante che trasporta una radio da radioamatore". Nome dato ai satelliti radioamatoriali americani.

  • OSCILLARE Vibrare, generare una corrente alternata o altri segnali periodici.

  • OSCILLATORE A QUARZO Apparato che usa un cristallo di quarzo per mantenere costante la frequenza del trasmettitore.

  • OSCILLATORE LOCALE Circuito del ricevitore che genera un segnale stabile e puro, che è miscelato con il segnale RF ricevuto per produrre un segnale alla frequenza intermedia (IF) del ricevitore.

  • OSCILLAZIONI PARASSITE Oscillazioni indesiderate nei circuiti di un trasmettitore; possono produrre segnali spuri emessi dal trasmettitore.

  • OSCILLOSCOPIO Strumento elettronico di misurazione usato per osservare, su un tubo catodico, la forma delle onde e le tensioni. Mostra il tempo sull'asse delle ascisse e l'ampiezza sull'asse delle ordinate; l'asse Z è l'intensità del punto sul tubo catodico.

  • OSI Open Systems Interconnect. L'OSI è un progetto dell'ISO (International Standards Organization) per sviluppare e descrivere un gruppo di protocolli di comunicazione per computer. Vedi anche la descrizione dei singoli livelli OSI.

  • OT Old Timer. Persona che è radioamatore da molto tempo.

  • OTC Old Timer's Club.

  • OTS Official Traffic Station.

  • OTTIMIZZAZIONE AUTOMATICA DEL PERCORSO Proprietà, in alcuni sistemi radio packet, di modificare l'instradamento in base al traffico o all'ora del giorno.

  • OVER Termine usato durante una comunicazione a due per avvisare l'altra stazione che si ha finito e che può iniziare a trasmettere. Altri termini sono "Cambio" (internazionale), "passo", "a te il microfono" e in telegrafia la lettera K. Non è necessario usarlo sui ripetitori.

  • OVERHEAD Parte del pacchetto che contiene l'indirizzo, l'instradamento e i dati per la correzione degli errori; questi componenti servono a far arrivare il messaggio alla stazione o nodo di destinazione. L'overhead è aggiunto ai dati utili veri e propri. La dimensione dell'overhead dipende dal protocollo usato.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu