Modulistica per i diportisti - IW6ON - C.I.S.A.R. - Associazione Italiana Radioamatori Giulianova

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Modulistica per i diportisti

Modulistica
La qualità dei suoni digitali dipendono da tre fattori fondamentali di una registrazione audio: 1. Frequenza, 2. Bit per campioni, 3. Fonia. Tali proprietà di suoni sono settabili da una finestra apposita, così variando la frequenza, la qualità del suono varia nel numero di campionamenti dei suoni digitale stessi in un secondo; variando i bit varia il range della rappresentazione dei valori delle ampiezze, mentre variando la fonia si varia il numero dei canali audio. Naturalmente più la qualità di una registrazione del suono digitale è elevata, maggiore sarà lo spazio di memorizzazione richiesto.

L'uso di apparati radioelettrici per uso marino a bordo di unità navali è subordinato al possesso del Certificato di Radiotelefonista per navi e della Licenza di esercizio.
I titolari dei Certificati Limitati di Radiotelefonista per navi, rilasciati senza esami, sono abilitati a svolgere il servizio radio su unità navali aventi stazza lorda fino a 150 tonnellate e con apparati radio aventi potenza fino a 240 W p.e.p.
I titolari dei certificati Limitati di Radiotelefonista per navi, rilasciati con esami, invece, sono abilitati a svolgere il servizio radio su unità navali aventi stazza lorda fino a 1600 tonnellate e con apparati radio aventi potenza fino a 1500 W p.e.p.
Le licenze di esercizio vengono rilasciate su richiesta delle Società concessionarie se la stazione radio è in loro gestione, oppure su richiesta del proprietario o dell'armatore dell'unità navale, previo collaudo delle apparecchiature da effettuarsi a cura di un funzionario del Ministero delle Comunicazioni.

Contenuto della pagina; Navigazione interna di Modulistica per i radioamatori; Ricerca moduli dei radioamatori; Informazioni generali sul sito dei radioamatori. Modulistica. Parte I - Modelli per la presentazione e le richieste dei radioamatori italiani, la rimodulazione e la rendicontazione del progetto per il servizio dei radioamatori. Progetti per i radioamatori. Le Domande utili per lo svolgimento dei contest per i radioamatori.

Domanda rilascio certificato RTF per natanti da diporto

L'esame per il conseguimento del certificato di abilitazione all’uso degli apparati radio a bordo delle imbarcazioni abilitate alla pesca costiera, locale e ravvicinata che effettuano la navigazione entro le quaranta miglia dalla Costa Nazionale e il mare Adriatico, come previsto dal D.M. 8 Marzo 2005 si distingue in certificati: VHF – RTF/DSC; Epirb, MF – RTF/DSC di classe E; Epirb. L'installazione, il collaudo, l'allacciamento e la manutenzione di impianti telefonici interni sono subordinati al rilascio di una autorizzazione da parte degli Ispettorati Territoriali del Ministero delle Comunicazioni.
Apparecchiature terminali di telecomunicazione. Pubblicato il decreto in gazzetta ufficiale Attenzione alle sanzioni. In Italia, la messa in opera di apparati telefonici terminali (centralini telefonici, sistemi voip, apparati dati, ecc) è regolamentata dal DM 314 del 23 maggio 1992, di cui riportiamo alcuni estratti: Articolo 3 punto 1: L'installazione, il collaudo, l'allacciamento e la manutenzione delle apparecchiature terminali, omologate con la procedura di cui all'allegato 11, parte integrante del presente decreto, debbono essere eseguiti dal gestore del servizio pubblico o da imprese autorizzate ai sensi dell'art. 4, in conformità alle norme CEI, alle norme per la sicurezza degli impianti ed alle altre norme vigenti in materia. Articolo 3 punto 3: L'impresa autorizzata che ha provveduto alle operazioni di installazione e di collaudo deve consegnare all'abbonato, all'atto dell'allacciamento dell'impianto alla rete pubblica, il progetto dell'impianto stesso sottoscritto da un progettista iscritto all'albo professionale, nonchè, una dichiarazione conforme allo schema dell'allegato 12, che fa parte integrante del presente decreto, nella quale: sia attestata la conformità dell'impianto e della sua installazione alla normativa in vigore; siano descritti la marca, il tipo, il numero degli elementi costitutivi dell'impianto stesso ed il numero di omologazione delle apparecchiature collegate; sia dichiarato l'esito positivo del collaudo. Articolo 4 Ai fini dell'installazione, del collaudo, dell'allacciamento e della manutenzione delle apparecchiature terminali, abilitate a comunicare con la rete pubblica di telecomunicazioni, le imprese debbono munirsi di apposita autorizzazione secondo le classi ed i requisiti di cui all'allegato 13, che fa parte integrante del presente decreto.
Contenuto della pagina; Navigazione interna di Modulistica per i radioamatori; Ricerca moduli dei radioamatori; Informazioni generali sul sito dei radioamatori. Modulistica. Parte I - Modelli per la presentazione e le richieste dei radioamatori italiani, la rimodulazione e la rendicontazione del progetto per il servizio dei radioamatori. Progetti per i radioamatori. Le Domande utili per lo svolgimento dei contest per i radioamatori.

Licenza esercizio impianto radiotelefonico per natanti da diporto

Per l’espletamento del servizio radio a bordo di navi di qualsiasi tipo e munite di apparecchiature radiotelefoniche gli operatori devono essere muniti di un certificato limitato di radiotelefonista. I certificati limitati di radiotelefonista per navi sono di due tipi: il primo valido per stazioni di bordo con potenza della portante non superiore ai 60 watt, installate su navi di stazza lorda inferiore alle 150 tonnellate, il secondo valido per ogni altro tipo di stazioni radiotelefoniche per navi di tonnellaggio non superiore alle 1.600 tonnellate. Certificato limitato di radiotelefonista per navi senza esami. Il certificato di cui trattasi viene rilasciato, senza alcun esame, su semplice presentazione di una domanda in carta legale o resa legale, presso l’Ispettorato di questo Ministero territorialmente competente, sulla base del luogo di residenza dell’interessato, corredata di due fotografie, formato tessera di cui una autenticata , di una attestazione di versamento di Euro 0,52 da effettuarsi sul C/C postale 11026010 intestato alla Tesoreria Provinciale dello Stato di Viterbo (causale: versamenti per canoni di concessioni radioelettriche ad uso privato - Certificato Limitato RTF) e di una marca da bollo del valore corrente. Nella domanda l’interessato dovrà dichiarare, oltre ai propri dati anagrafici, il titolo di studio, la buona condotta, di possedere le conoscenze, pratiche e generali e le attitudini richieste dal Regolamento Internazionale delle Radiocomunicazioni, contenute nell’estratto facente parte del Decreto Ministeriale 10/8/65, pubblicato sulla G.U. n. 228 del 10/9/65 ed infine, di essere a conoscenza del fatto che nel caso di dichiarazioni non conformi al vero il certificato di radiotelefonista gli verrà ritirato. Certificato limitato di radiotelefonista per navi con esami.
Questo certificato viene rilasciato a seguito di esame che si tiene avanti a Commissione costituita presso la Capitaneria di Porto e composta in base all’articolo 349 del T.U. approvato con D.P.R. 29.3.1973 n. 156. La raccolta delle domande viene fatta dalla Capitaneria di Porto che rilascia ai candidati idonei un titolo provvisorio valido per non oltre tre mesi. Nel frattempo la Capitaneria provvede all’invio all’Ispettorato Territoriale di questo Ministero della domanda documentata e dal verbale degli esami, documenti sulla base dei quali questo ufficio provvede al rilascio del titolo. Certificato limitato VHF-RTF/DSC EPIRB o MF-RTF/DSC EPIRB per l'uso a bordo di pescherecci operanti entro 40 miglia dalla costa e nel mare Adriatico. Viene rilasciato previo superamento di un esame costituito da un quiz composto da otto domande ciascuna con quattro risposte fra cui il candidato deve scegliere quella esatta. Le prove si svolgono unicamente presso la sede dell'Ispettorato. Sono ammessi tre errori e non ci sono limiti di tempo per lo svolgimento della prova. La correzione della prova avviene immediatamente alla consegna e i candidati risultati idonei che hanno già il certificato limitato di radiotelefonista ottengono l'aggiornamento del certificato nella stessa mattinata. Ai candidati risultati idonei ma non ancora in possesso del certificato limitato RTF viene rilasciata provvisoriamente una copia conforme all'originale del verbale d'esame. Il certificato MF-RTF/DSC EPIRB consente di utilizzare anche impianti muniti del solo VHF-RTF/DSC e la prova di esame è solo leggermente diversa da quella per il solo VHF-RTF/DSC, in quanto contiene alcune domande relative alle frequenze e alle procedure per l'utilizzo dell'MF.


Fonte: www.ispcomcalabria.it
Normativa di riferimento:
Decreto Legislativo 1 agosto 2003, n. 259 "Codice delle comunicazioni elettroniche"


Come ottenere i documenti, di Maurizio Bulleri

Ecco come ottenere i documenti necessari per usare il VHF e le caratteristiche che deve possedere il nostro apparato radio per un buon funzionamento. Tutti i facsimili delle domande, necessarie per ottenere le documentazioni di seguito indicate, possono essere scaricati dal nostro sito.
Per detenere a bordo e per utilizzare un apparato VHF è necessario munirsi di:
1) Certificato limitato di Radiotelefonista
2) Verbale di Collaudo dell'impianto (solo per apparecchi sprovvisti di certificazione)
3) Licenza di esercizio Radiotelefonica
Il periodo consigliato per avviare le pratiche è quello invernale, quando gli uffici competenti non sono sommersi da una pioggia di richieste.
Il Certificato limitato di Radiotelefonista
E' il documento che abilita all'uso del VHF o dell'apparato SSB (sino a 150 W di potenza), su qualsiasi imbarcazione (non solo sulla propria). Per ottenerlo è sufficiente presentare una domanda in bollo da € 14,62 presso l'Ispettorato Territoriale di zona del Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento Comunicazioni. Alla domanda vanno allegate due foto (di cui una autenticata), una ulteriore marca da bollo da € 14,62, un versamento di € 0,52 sul c/c postale ....... intestato alla Tesoreria Provinciale dello Stato di ...... e copia di un documento di identità.
Il collaudo dell'impianto radio (solo per apparecchi sprovvisti di certificazione).
Viene effettuato dagli Ispettori del Ministero dello Sviluppo Economico dietro presentazione di una domanda in bollo da € 14,62 ed un versamento alla Tesoreria Provinciale dello Stato indicata dall'Ispettorato, il cui importo varia mediamente da € 70,00 a € 250,00, secondo la località dove è ormeggiata l'imbarcazione.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu